Cerca
Close this search box.

LOGIN

Consegna gratuita a partire da 70€

Cerca

Come rimettersi in forma dopo le feste senza mortificare l’appetito, ma con un occhio alla salute e alla linea?

Rimettersi in forma mangiando verdure

Tabella dei Contenuti

Uno dei primi propositi subito dopo le feste di Natale con i vari pranzi e cene super abbondanti?

Quello di tornare a regime, mangiando di meno e meno pesante, per sentirsi più leggeri e per disintossicare il nostro organismo. 

Quanti di noi, infatti, stanno già pensando a come rimettersi in forma dopo le feste e a come ristabilire un sano equilibrio tra quello che piace e quello che “disintossica dalle abbuffate”?

Come rimettersi in forma dopo le feste con 3 semplici accorgimenti

“Equilibrio” dovrebbe diventare la parola d’ordine per evitare gli eccessi che scontiamo, poi, con diverse conseguenze: dall’aumento di peso alla comparsa di tutti quei sintomi della cattiva digestione, di un fegato affaticato e di un intestino in sofferenza.

Tutto questo, però, senza arrivare agli estremi, senza mortificare l’appetito o la giusta nutrizione, perché il cibo è energia e con esso possiamo creare un rapporto di amicizia. 

Evitiamo alcol, cibi raffinati e zuccherati

Dolci, vini, spumanti e liquori non mancano quasi mai sulla tavola natalizia. Fa parte della tradizione e ci si rinuncia malvolentieri, anche perché festeggiare con il “freno a mano tirato” creerebbe un clima meno entusiasta e festoso.

Nel periodo post feste, tuttavia, se abbiamo esagerato e vogliamo ritrovare il giusto equilibrio, è opportuno dare una bella sforbiciata. Quindi, evitiamo il bicchierino di troppo a pranzo e a cena, come pure i cibi troppo raffinati e ricchi di zuccheri.

Questo è un buon momento, invece, per bere più acqua durante il giorno (se non hai l’abitudine di farlo) e di mangiare più cibi come frutta e verdura (es: catalogna, cicoria, carciofi, broccoli, ottimi vegetali che aiutano a depurare il fegato).

Limitiamo cibi come carne, uova, salumi e formaggi

Non mettiamoli alla gogna perché non avrebbe senso eliminarli del tutto. Come già nel 1500 diceva Paracelso, medico e astrologo svizzero: “la differenza tra farmaco e veleno sta nella dose…”. Ciò significa che i cibi diventano nocivi quando ne abusiamo (abusi che portano anche alla comparsa delle famigerate intolleranze come quella al lattosio, al glutine e ai lieviti).

Per ritrovare l’equilibrio dopo i giorni di festa, basta limitare le proteine animali, ovvero quei cibi che hanno un alto carico di grassi saturi e nessun contenuto di fibra che invece è essenziale per il nostro organismo.

Manteniamo la varietà dei cibi

Per pigrizia, stanchezza o fretta, spesso si finisce per mangiare le stesse cose durante la settimana. A volte, si tratta anche di cibi pronti o cibi in scatola, che faranno pure risparmiare tempo e fatica ma che non immaginiamo quanto siano dannosi!

Una buona regola, invece, è quella di mantenere la varietà dei cibi che portiamo in tavola, possibilmente cibi freschi, locali e di stagione. La stagionalità è una grande maestra di vita sana e ce lo sta dimostrando in tutti i modi. Facciamone tesoro per riscoprire il gusto autentico degli alimenti e per sfruttarne tutte le meravigliose proprietà.

La varietà è importante prima di tutto perché dobbiamo nutrirci di tutte quelle sostanze (proteine, zuccheri, grassi, vitamine, sali minerali, oligoelementi, fibra e acqua) alla base del corretto funzionamento del metabolismo. E poi, anche perché le famigerate intolleranze sono legate proprio agli eccessi che facciamo di alcuni cibi, causa di infiammazioni e della comparsa dei fastidiosi sintomi (disturbi all’intestino, colon irritabile, stitichezza, gonfiori addominali) di cui lamentiamo gli effetti.

Facebook
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

Le Ultime Novità

Spedizione gratuita con ordini da 70 Euro in su

Coontinua la lettura dal nostro blog

Articoli Correlati