Cerca
Close this search box.

LOGIN

Consegna gratuita a partire da 70€

Cerca

Frutta di Stagione primaverile: meglio mangiare questa frutta fresca a colazione

ciliegie frutta di stagione primaverile

Tabella dei Contenuti

Quale frutta di stagione primaverile è meglio mangiare a colazione e come riconoscerla? Perché è sempre preferibile scegliere frutta fresca? 

Lo leggiamo un po’ ovunque: la colazione è il pasto più importante della giornata, quello che non si dovrebbe mai saltare per poterci dare energia e per “tenere sveglio” il nostro metabolismo.

L’energia serve per tenerci attivi e reattivi, sia fisicamente sia mentalmente. Il metabolismo – sveglio – serve per bruciare calorie, quindi per non farci ingrassare e accumulare chili di troppo.

Una buona colazione può (e anzi dovrebbe) includere anche la frutta: frutta fresca e di stagione.

La Frutta a Colazione

Se è vero che è importante fare la colazione, è altrettanto vero che conta molto cosa mangiamo a colazione. La scelta è personale, segue gusto e abitudini. Dolce o salato, ciò che conta è la varietà dei cibi.

In qualche caso, tuttavia, la colazione potrebbe anche essere condizionata da alcuni fattori: dieta per dimagrire, carenze nutrizionali, disturbi alimentari, problemi digestivi, ecc.

In alcuni o in tutti questi casi, a seconda della persona, dell’eventuale problema e delle indicazioni di un medico o nutrizionista, la scelta migliore ricade sulla frutta.

La sua digeribilità e le sue proprietà salutari (per es: antiossidanti e fitonutrienti) la rendono uno degli alimenti più sani per eccellenza.

Frutta di Stagione primaverile: quale frutta fresca mangiare?

Non è sempre così scontato scegliere la frutta fresca, quella di stagione.

Entriamo in una frutteria o in un supermercato dove la scelta è sempre molto ampia: tanta bella frutta colorata che attira il desiderio di mangiarne, la smania della fretta di fare la spesa nel minor tempo possibile…

Il rischio che corriamo è quello di mettere in busta frutta non fresca che arriva anche da molto lontano, dopo aver percorso chilometri, perdendo gusto e proprietà salutari.

Siamo entrati nella Primavera, la stagione del risveglio.

Il clima diventa più mite, le giornate si allungano, la voglia di stare fuori si fa sentire. Ancor più vero quest’anno, dopo mesi di lungo tribolare in casa tra chiusure forzate a causa della grande pandemia che ci ha costretti a una vita limitata.

Il risveglio si accompagna alla voglia di energia, del recupero dopo i mesi invernali, e a un’alimentazione che cambia seguendo il ritmo della stagionalità, portando con sé i suoi prodotti tipici.

Per quanto riguarda la frutta di stagione primaverile, ecco quella che ci accompagna nei mesi di aprile, maggio e giugno:

Aprile

  • Arance
  • Limoni “Bianchetti”
  • Mandarini
  • Fragole
  • Pompelmi
  • Nespole

Maggio

  • albicocche
  • arance
  • ciliegie
  • fragole
  • limoni
  • nespole
  • pesche

Giugno

  • albicocche
  • anguria
  • amarene
  • ciliegie
  • fichi
  • fragole
  • frutti di bosco
  • limoni
  • melone
  • pesche
  • prugne
  • susine.

Perché scegliere la frutta fresca di stagione?

Le ragioni per le quali scegliere la frutta di stagione sono diverse, ma tutte molto importanti:

  • Più gustosa 
    La stagionalità della frutta che proviene dalla nostra terra ci fa assaporare una polpa più succosa e intensa. La frutta di stagione nasce e cresce baciata dal sole, mantenendo tutte le sue migliori proprietà.
  • Più fresca
    La frutta fuori stagione è stata coltivata senza seguire la sua maturazione naturale. Solitamente proviene da paesi lontani e con altri climi, arrivando a noi dopo aver viaggiato chilometri e chilometri in celle frigo, perdendo quindi in freschezza. 
  • Più economica e sostenibile
    Rispetto alla frutta da serra e a quella che proviene da molto lontano, la frutta locale e di stagione – prodotti a Km 0 – è più economica e sostenibile perché non richiede costi per il trasporto e per la produzione. Non viaggiando conservata per lunghi periodi nelle celle frigorifere, non comporta spreco di risorse ed energie(che hanno un costo) e, cosa ancor peggiore, inquinamento.

Se non è frutta, è confettura o marmellata, purché sia fresca e artigianale!

A colazione tanti di noi preferiscono mangiare qualcosa di sostanzioso, come pane, fette biscottate o altri cibi simili.

La frutta fresca può essere un valido accompagnamento, precedere o seguire altri cibi, ma non è detto che sia sempre al centro della tavola. 

Non importa. Non serve mangiarne tutti i giorni, per forza. Dobbiamo anche seguire il nostro gusto e variare. Soprattutto, variare.

Quindi, ottime alternative alla frutta di stagione primaverile sono marmellate e confetture artigianali fatte con sola frutta fresca.

Questi prodotti “fatti in casa” mantengono la naturale proprietà della frutta perché non sono lavorati con l’aggiunta di sostanze estranee.

Non ci si aggiunge pectina extra per farle diventare più dense, e infatti si riconoscono non solo per il loro sapore genuino, ma anche per la loro maggiore “liquidità” rispetto a quelle confezionate.

Gli ingredienti delle marmellate e confetture artigianali si limitano a frutta fresca, poco zucchero e limone.

Ecco perché è importante mangiare a colazione

Ne abbiamo parlato anche in altri post dove puoi trovare alcune idee su cosa mangiare per una colazione dolce ma leggera, e quelle per una colazione senza latte e uova.

I gusti e le esigenze sono tanti e diversi per ciascuno di noi: c’è chi preferisce una colazione salata e chi la preferisce dolce, chi ha problemi di intolleranze e di controllo del peso.

Il denominatore comune dei vari stili alimentari dovrebbe puntare alla leggerezza e alla salubrità degli alimenti che scegliamo: cibi freschi e naturali, integrali, non raffinati e ultra processati.

I motivi per i quali è importante mangiare a colazione sono diversi

  • al mattino il nostro organismo deve riattivarsi per funzionare bene, dopo ore di digiuno notturno
  • fare una buona colazione aiuta a mangiare meno durante la giornata, soprattutto a evitare quei cibi processati e calorici, ricchi di zuccheri, grassi saturi e altri ingredienti ritenuti dannosi
  • è stato dimostrato che una prima colazione sana e nutriente accelera il metabolismo. Mangiare al mattino aiuta a bruciare le calorie durante la giornata. Saltare la colazione, invece, può interferire con il funzionamento del metabolismo e con l’eventuale dimagrimento desiderato.

Puoi approfondire questo argomento nel post che mette in evidenza i 5 motivi fondamentali per non saltare la colazione.

Da precisare che se non si ha fame appeni svegli, soprattutto se ci si sveglia molto presto, la colazione può essere anche consumata nelle prime ore successive, durante la mattinata.

Facebook
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

Le Ultime Novità

Spedizione gratuita con ordini da 70 Euro in su

Coontinua la lettura dal nostro blog

Articoli Correlati